Il nuovo bonus che tutte le famiglie aspettavano | Voucher fino a 300 euro

Il bonus previsto dal Governo ha l’obiettivo di favorire l’attivazione di servizi ad almeno 30 Mbps di velocità per eliminare il digital divide

Uno dei requisiti fondamentali per poter ottenere i soldi del Pnrr è che l’Italia, finalmente, si modernizzi. Chiaramente, uno dei passaggi fondamentali è dato dal miglioramento delle infrastrutture tecnologiche del nostro Paese. Tra questi, internet. Ecco come il Governo sta pensando di eliminare il digital divide.

Nuovo bonus (foto web)
Nuovo bonus (foto web)

Sono state assegnate tutte le gare per portare internet veloce nel Paese, obiettivo previsto dal Pnrr. Si sono conclusi i bandi per le nuove reti mobili 5g e per il 15/mo lotto per l’Italia a 1 giga. Lo rende noto il ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale “Sono molto soddisfatto. In 13 mesi abbiamo approvato la Strategia italiana, ottenuto le autorizzazioni europee, pubblicato e assegnato tutti i bandi PNRR e investito un valore di circa 5,5 miliardi di euro, con l’ambizioso obiettivo di connettere tutta l’Italia entro il 2026 con reti ad altissima velocità fisse e mobili”. Queste le parole del ministro Vittorio Colao.

Con l’aggiudicazione della gara dedicata alla creazione di nuove reti 5G nelle zone d’Italia prive di internet mobile veloce e di quella per l’ultimo lotto del bando Italia a 1 Giga è stato raggiunto l’obiettivo PNRR di assegnare tutte le gare previste dalla Strategia italiana per la banda ultralarga – Verso la Gigabit society entro giugno 2022. L’Italia sarà il primo Paese in Europa ad avere, grazie all’intervento pubblico, reti mobili 5G ad elevate prestazioni e interamente rilegate in fibra ottica. In grado quindi di garantire altissima velocità e minima latenza ovunque.

Il bando di gara ha aggiudicato circa 346 milioni di euro e prevede 6 aree geografiche assegnate al raggruppamento temporaneo di imprese composto da Inwit, Vodafone e Tim. Il finanziamento copre fino al 90% del costo complessivo delle opere. Tra quattro anni le case degli italiani avranno una connessione fissa di almeno 1 Giga. Le aree popolate saranno raggiunte dal 5G ad altissima capacità. Tutte le scuole e le strutture sanitarie avranno la connessione adatta per garantire servizi ad altissime prestazioni.

Il bonus internet veloce

Colao spiega che questo è stato raggiunto “portando allo Stato un risparmio di circa 1,2 miliardi di euro e un investimento da parte del privato, dove previsto, di oltre 2,2 miliardi di euro”. L’intervento per le reti 5G prevede la realizzazione di nuovi siti radiomobili 5G, rilegati in fibra ottica, – con velocità di trasmissione di almeno 150 Mbit/s in downlink e 30 Mbit/s in uplink – nelle aree a fallimento di mercato, che dovranno essere completati entro il 2026. Ma accanto a questo investimento arrivano anche i bonus per le famiglie.

Bonus internet veloce (web source) 9.7.2022 direttanews 2
Bonus internet veloce (web source)

Il bonus previsto dal Governo ha l’obiettivo di favorire l’attivazione di servizi ad almeno 30 Mbps di velocità massima in download. Non si sa ancora molto su questa misura. Ma, stando ai rumors, dovrebbe trattarsi di un voucher da 300 euro per nucleo familiare. Da utilizzare per avere uno sconto sul prezzo di attivazione del contratto oppure sull’importo dei canoni di erogazione da corrispondere al fornitore.

Bonus riservato alle famiglie che non hanno alcun servizio di connettività. Oppure a fronte del passaggio da servizi con connettività inferiore a 30 Mbps a servizi con connettività ad almeno 30 Mbps. Previsto inoltre per i contratti di almeno 24 mesi, che, tuttavia, non saranno vincolanti. Si potrà cambiare operatore a proprio piacimento. Importante sapere che non si tratta di un incentivo legato all’Isee.