Belen accusa Francesca Lodo:”Mi ha ceduto lei la cocaina nella discoteca Hollywood”

Bastano poche frasi a Belen Rodriguez per – in serie – ammettere la propria debolezza con la polvere bianca, mandare al macero una presunta amicizia da rotocalco e incastrare il suo tempio, l’Hollywood. Il 27 marzo di tre anni fa la starlette che i giornali da spiaggia non sanno decidersi se stia o non stia ancora insieme con Fabrizio Corona, si presenta davanti ai magistrati.

E lo dice chiaro e tondo: «Ho fatto uso di cocaina». Dice di averlo fatto «insieme a Francesca Lodo, a casa sua, solo due volte nei primi giorni di gennaio 2007. In entrambe le occasioni la droga me l’ha data Francesca». E ancora: «Non so dove Francesca la prenda, ma sono certa del fatto che ne fa assai uso. Lei mi invitava spesso ad andare nei bagni dell’Hollywood la domenica sera in cui stavamo insieme con tutti i componenti del gruppo Mora, ma io non la seguivo perché temevo l’effetto della cocaina». L’ex letterina, la Lodo, una volta era amica di Belen. Ora la vuol trascinare in tribunale. Non perché Belen la annoveri tra le consumatrici di droga – quello, nei verbali, lo ammette lei stessa: «Che io ricordi ho fatto uso di cocaina all’interno del privé dell’Hollywood almeno tre volte…» -, ma per averla accusata di averle ceduto la droga. «E questo è un reato», spiega il suo legale, Francesco Murgia.

Lodo dunque tiene a precisare: «Le dichiarazioni di Belen al riguardo sono da considerarsi false, diffamatorie e calunniose». E annuncia causa «civile e penale» all’ex amica. La quale, con la sua testimonianza, non rende grandi onori alla sua discoteca preferita: «È notorio – spiega la Rodriguez – che all’Hollywood circoli cocaina, un po’ come in altri locali».

È un mondo triste, quello delle veline raccontato nelle pagine di quest’inchiesta. Dice ai magistrati, sempre tre anni fa, la modella brasiliana Fernanda Lessa. «In passato ho fatto uso di cocaina, cosa che non si ripete più da circa tre anni». Poi, evidentemente, ci ripensa, perché agli atti fa scrivere che «tuttavia qualche volta con amici mi capita». E descrive la giungla di questi bei posti: «Ho avuto modo di vedere che circolano anche altre droghe tipo ecstasy o MdMa, che è una sorta di droga liquida che viene mischiata generalmente con l’alcol». Meglio tenere d’occhio le proprie consumazioni al banco, «perché a tua insaputa potevano mettere nel bicchiere la droga». Assicura di sapere «per certo che a tante persone è capitato, in particolare a delle donne».

Anche Alessia Fabiani lo ammette, ma assicura di non averlo mai fatto all’Hollywood, ma nel privè del The Club e nei bagni del bar Frank. Quanto ai controlli, la Lodo spiegava agli inquir

LaStampa