Come sta il giornalista Vincenzo Mollica, la malattia di cui è affetto e un post che mette i brividi: “Cose e persone mi spariscono sotto gli occhi”.

vincenzo mollica

Vincenzo Mollica con Vinicio Capossela (screenshot video)

In questi mesi, c’è grande apprensione per le condizioni del giornalista e scrittore Vincenzo Mollica. Emiliano di nascita e calabrese di origine, come noto, a febbraio di quest’anno il giornalista del Tg1, che si occupa prevalentemente di cultura e spettacoli, aveva rilasciato una preoccupante intervista. Aveva infatti spiegato al ‘Corriere della Sera’ di essere davvero molto malato. Voce e anima della rubrica del Tg1 DoReCiakGulp da oltre 20 anni, la malattia lo ha allontanato dalla vita pubblica. Ciò nonostante, Vincenzo Mollica non molla e continua ad aggiornare la sua pagina Facebook ufficiale, dal nome ‘Molliche Istantanee’.

La malattia di Vincenzo Mollica: da cosa è affetto il giornalista

Il noto giornalista, nel corso dell’intervista al ‘Corsera’, aveva evidenziato come la sua malattia fosse molto seria: è affetto dal morbo di Parkinson, dal diabete mellito di tipo 2 e da una cecità quasi completa. In particolare la cecità deriverebbe da uveite, glaucoma, iridociclite plastica. Si tratta di patologie degenerative che ha avuto sin dall’infanzia, ma che ora sono ‘esplose’ e ne hanno peggiorato le condizioni di salute e di vita. A testimoniarlo sono soprattutto le sue storie pubblicate su Facebook, immagini e foto che ne mostrano la fragilità.

Qualche giorno fa, in particolare, Vincenzo Mollica ha pubblicato uno scatto – che trovate in basso  – con delle parole che mettono i brividi. “Cose e persone mi spariscono sotto gli occhi. Come quando la neve copre tutto con i suoi fiocchi”, scrive il giornalista. Sono diversi anche i video che in queste settimane il noto personaggio televisivo ha pubblicato. In uno di questi, appare al fianco dell’amico cantautore Vinicio Capossela, per presentare il suo disco. Barba incolta, visibilmente invecchiato, il giornalista – che nella cultura di massa ha ispirato il termine ‘mollichismo‘ ed è anche diventato grazie al compianto Andrea Pazienza anche un personaggio dei fumetti – mostra visibilmente il tremolio delle mani mentre parla del nuovo disco del cantautore.