Toto Cutugno a Sanremo: quante volte è arrivato secondo?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:00

Toto Cutugno a Sanremo, una storia infinita con una sola vittoria e un record di sei secondi posti. E con ‘L’italiano’ era arrivato soltanto quinto.

Toto Cutugno a Sanremo, una storia di secondi posti. Il cantautore è il grande protagonista della puntata di Techetecheté questa sera, 9 settembre. Un mito ancora oggi, perché pochi come lui possono permettersi di girare il mondo ed essere riconosciuti ovunque. E pochi, come gli è successo sei anni fa, possono presentarsi al Festival acompagnati dal Coro del’Armata Rossa.

Ma il nome di Toto Cutugno è legato anche ad un primato incredibile. Sicuramente è tra i cantanti italiani con più presenze al Festival, ben quindici. Nesuno come lui però è arrivato per sei volte secondo. Una medaglia di legno, perché lì conta soltanto chi vince, che lui ormai accetta con rassegnata modestia.

In realtà dopo la vittoria nel 1980 con ‘Solo noi’ pensaca di aver imboiccatio la strada giusta. Comeha raccontatoi più tardi nemmeno quella volta pensava di avercela fatta. Poi Claudio Cecchetto, Roberto Begnini e Olimpai Carlisi, che presnetavano quel Sanremo, l’hanno chiamato sul palco per la premiazione. Ed è cambiato tutto, anche se la storia non è più stata dalla sua parte.

Toto Cutugno il jolly l’ha giocato nel 1983 con ‘L’italiano’. Vittoria finale di Tiziana Rivale, davanti a Donatella Milani, Dori Ghezzi e i Matia Bazar. Lui quinto, ma in fondo Vasco Rosi con ‘Vita spericolata’ si è piazzato venticinquesimo, tanto per dire. La vera maledezione è cominciata lì. Poi ha semprte trivato sulla sua straa dei colossi: il trio Tozzi/Ruggeri/Morandi, i pooh con ‘Uomini Soli’. E ancora ‘Perdere l’amore”‘ di Massimo Ranieri o la coppia Fausto Leali-Anna Oxa. Ancora un secondo posto nel 20o05 quando ha portato a Sanremo ‘Come noi nessuno al mondo’, insieme ad Annalisa Minetti.

Leggi anche: Toto Cutugno canta ‘L’italiano’ in cinese -VIDEO

Toto Cutugno e la storia de ‘L’italiano’: scoprite come è nata la canzone

Toto Cutugno però si consola con molto altro. Insieme a Gigliola Cinquetti è l’unico italiano ad aver vinto quello che oggi è diventato l’Eurovision Song Contest. Successe nel 1990 con ‘Insieme:1992’ a Zagabria. Ma soprattutto è un fenomeno di culto in molti Paesi del mondo a cominciare  da quelli dell’ex blocco sovietico.

Merito anche de ‘L’italiano’ che ha una storia curiosa. L’ha raccontata lui tre anni fa intervistato da ‘Il Giornale’. Quella canzone l’aveva scritta pensando all’amico Adriano Celentano, voleva che la cantasse lui. Glie l’0ha fatta ascoltare in anteprima, ma al ‘Molleggiato’ sembrava troppo presuntuosa.

Uno dei versi era “Sono Adriano, un italiano vero”. Ovviamente poi è diventato “Sono un italiano, un italiano vero” ed è stato boom: “Le traduzioni  sono centinaia, neppure so quante. Le ultime arrivano da Finlandia, Corea e India. E le copie vendute mi dicono essere cento milioni. Senza dubbio la Siae mi conferma che L’ italiano è uno dei dieci brani italiani più conosciuti nel mondo. Ci sono versioni metal tipo quella di un gruppo olandese che, se le ascoltassi dopo la morte, mi rigirerei nella tomba”, aveva confessato.