Blocco dei voli: Malpensa, passeggeri o attori?

I tre attori durante il loro spettacolo "itinerante"

Il blocco dello spazio aereo per “cause di forza maggiore” – leggi eruzione del vulcano islandese dal nome impronunciabile, l’ingorgo fonetico Eyjafjallajokull – ha provocato innumerevoli disagi sia ai passeggeri che alle compagnie aeree di tutta Europa. Al terminal 1 di Malpensa (Milano), un gruppo teatrale israeliano chiamato Orto-Da Theatre, bloccato come gli altri passeggeri in attesa dei voli, ha “sfruttato” l’occasione per inscenare una curiosa rappresentazione: i tre attori della compagnia hanno suscitato simpatia e curiosità “virale” proponendo personaggi simili a statue, vestiti di nero e cosparsi di argilla del Mar Nero, ispirando il loro spettacolo improvvisato al monumento alle vittime dell’Olocausto situato all’ingresso del ghetto di Varsavia, raccogliendo gli applausi e i consensi degli altri passeggeri bloccati. Pubblicità gratuita o nuova forma di intrattenimento?

Emiliano Tarquini