I dieci hotel più curiosi del mondo

    L'Hotel de Glace, in Canada

    Se per le prossime vacanze avete voglia di sperimentare un soggiorno originale, ecco ciò che fa per voi: il sito unusualhotelsoftheworld.com ha selezionato i 10 hotel più strani al mondo, luoghi curiosi in cui trascorrere qualche giorno da ricordare. La scelta è ampia: si va dal resort subacqueo agli alloggi ricavati da un aereo, dalla struttura realizzata con ghiaccio e neve agli appartamenti costruiti sugli alberi.
    Nella lista l’Europa fa la parte del leone, contando la metà delle destinazioni proposte dal sito.
    Ad Alanda, nei pressi dell’aeroporto svedese di Stoccolma, si trova uno degli ostelli più cool del pianeta, il Jumbo hostel, ricavato appunto all’interno di un jumbo degli anni ’70. Gli ospiti hanno a disposizione 25 camere nonché una suite, situata nella cabina di pilotaggio, che offre una vista panoramica sull’aeroporto.
    E restando in Svezia, chi non teme gli spazi chiusi ha la possibilità di dormire a 115 metri sotto terra tra caverne e gallerie, nella Sala suite silvermine, situata in una miniera nella zona di Vastmanland.
    Gli amanti delle vancanze tranquille e romantiche apprezzeranno invece il Corsewall lighthouse hotel, sulle coste olandesi della Frisia: i visitatori possono usufruire di un’unica suite, disposta su tre piani con vista sul mare, realizzata all’interno di un faro.
    L’atmosfera mistica caratterizza poi la Old church of Uquhart, una vecchia chiesa immersa nella campagna scozzese, da cui si gode una splendida vista sulle Highlands e sul mare.
    Per chi volesse invece soggiornare in un carcere senza sporcarsi la fedina penale c’è il Celica hostel di Lubiana, in Slovenia, trasformato da prigione in struttura turistica: gli ospiti hanno a disposizione 20 camere, che fino a qualche tempo fa erano altrettante celle, che sono state trasformate in bizzarre camere d’albergo da artisti locali e internazionali.

    Ma nella classifica anche il nuovo mondo fa la sua parte.
    Alle isole Keys, in Florida, si trova il Jules undersea lodge, situato a sei metri sotto la superficie del mare: per ovvie ragioni, la struttura presenta qualche problema di accessibilità ed è raggiungibile solo con pinne, maschera e respiratore. Ma probabilmente vale la pena soprassedere su questa piccola difficoltà di ordine pratico: non capita tutti i giorni, infatti, di bere un caffè guardando i pesci tropicali che nuotano dall’altra parte del vetro.   
    Negli Usa si trova anche un altro hotel a dir poco bizzarro: si tratta del Dog bark park inn, edificio a forma di cane situato nelle campagne dell’Idaho che mette a disposizione degli ospiti un confortevole appartamento. Nella pancia dell’animale si trova una camera da letto, un bagno e una piccola zona cucina, mentre la testa ospita un ambiente tipo loft, con tanto di angolo lettura.
    Dedicato agli amanti delle temperature polari, invece, l’Hotel de glace, realizzato con circa 16mila tonnellate di ghiaccio e neve in Canada, nella zona del Quebec: per evidenti motivazioni climatiche, l’hotel è aprto solo da gennaio a marzo.
    In Cile è stata invece edificata una struttura riservata ai veri fan della natura selvaggia: il Magic mountain hotel è una sorta di montagna, con una cascata che sgorga dal tetto e scorre lungo l’esterno delle pareti, immersa nella foresta cilena di Panguipulli.

    E per finire non poteva mancare l’Asia. In India, nella regione di Kerela, si trova la Green magic treehouses, struttura realizzata sugli alberi con materiale ecocompatibile e dotata di ogni comfort.

    C’è solo l’imbarazzo della scelta!

    Tatiana Della Carità