A Canicattì una lite per una ragazza finisce in tragedia: 24enne ferito alla testa con un cacciavite

LITE FINISCE IN TRAGEDIA A CANICATTI’ – E’ nata da una lite per una ragazza la tragedia verificatasi oggi a Canicattì, in provincia di Agrigento. I protagonisti sono due giovani di 17 e 24 anni, che hanno iniziato a discutere davanti ad un bar del centro perché interessati alla stessa ragazza. Ad un certo punto la lite è degenerata e il minorenne ha colpito il rivale con un cacciavite, conficcandoglielo in testa. Il ragazzo è stato immediatamente trasportato all’ospedale di Sciacca, dove ora è ricoverato in rianimazione. I sanitari hanno spiegato che le sue condizioni sono “disperate”.

Nel frattempo le forze dell’ordine hanno arrestato l’aggressore, accusato di tentato omicidio. Subito dopo il fermo il giovane ha ammesso di aver colpito il 24enne, sostenendo di aver utilizzato delle chiavi. Il ragazzo però non ha mantenuto a lungo questa versione e, incalzato dalle domande degli inquirenti, ha ammesso la verità e ha consegnato agli investigatori l’arma dell’aggressione. Ora si trova al Malaspina, il carcere minorile di Palermo.

Redazione online