Michael Roth si scusa per concorrenza sleale della Germania nell’ambito del lavoro

Lavoro  (Getty images)
Lavoro (Getty images)

Il ministro tedesco agli Affari Europei, Michael Roth, socialista entrato a far parte della compagine di governo dopo le ultime elezioni, ha annunciato una svolta nella linea politica relativa al lavoro della Germania.

“Con l’ausilio di bassi salari e della precarietà lavorativa ci siamo dotati in Germania di un vantaggio sleale nei confronti dei nostri partner. Dovremo correggere questo dato progressivamente”; ha affermato Roth porgendo implicitamente le proprie scuse e promettendo una inversione di tendenza.

Le dichiarazioni pronunciate dal ministro davanti ai giornalisti fanno riferimento alla pratica dei mini jobs, lavori part-time a poco più di 400 euro mensili e non soggetti a contributi che un numero sempre maggiore di tedeschi sta utilizzando per mantenersi con un secondo impiego. Nel suo annuncio, Roth ha anticipato l’introduzione di un aumento del tetto minimo di salario a 8,5 l’ora.

 

Redazione online