Governo, scoppia il caso Guidi: “E’ berlusconiana”

Federica Guidi (foto Sannita, licenza CC-BY-SA-3.0)
Federica Guidi (foto Sannita, licenza CC-BY-SA-3.0)

Il governo Renzi non ha ancora ricevuto la fiducia delle Camere e già deve confrontarsi con le prime grane; secondo quanto sostenuto infatti dal quotidiano ‘Libero’, ma anche dall’Huffington Post, Federica Guidi, già presidente dei giovani di Confindustria e vicepresidente dell’associazione degli industriali, sarebbe di fede “berlusconiana”. Le indiscrezioni di stampa sostengono anche che il neoministro dello Sviluppo Economico sarebbe stato ad Arcore, ospite di Berlusconi, lunedì scorso, insieme al padre, l’imprenditore modenese Guidalberto Guidi.

“Federica, prima o poi questa tessera di Forza Italia dovrai fartela”, le avrebbe detto in passato l’ex presidente del Consiglio, che nelle scorse ore avrebbe anche parlato di “capolavoro di Verdini”, sottolineando: “Abbiamo un ministro pur essendo all’opposizione”. Il legame tra la Guidi e Berlusconi sarebbe testimoniato anche dalla volontà, manifestata in passato dal Cavaliere, di candidarla per un ruolo guida nell’allora Pdl. In realtà, la nomina di Federica Guidi è stata attribuita alla vicinanza dell’imprenditrice con Luca Cordero di Montezemolo.

Intanto, per la Guidi avanza una nuova ombra sul suo cammino: quella del conflitto di interessi. Il ministro, che fa parte della componente italiana della Trilateral Commission, il think thank fondato per iniziativa di David Rockfeller, dovrà occuparsi di molte vertenze aperte, alcune delle quali riguarderebbero la Ducati Energia spa, il cui patron è da sempre Guidalberto Guidi.

Redazione online