Lista Tsipras, Moni Ovadia: “Dall’Europa non si può tornare indietro”

Moni Ovidia (Getty Images)
Moni Ovidia (Getty Images)

“Lo dico in tutta onestà: tutti gli italiani hanno un debito nei confronti di Beppe Grillo e del Movimento 5 Stelle per il loro lavoro di denuncia e di smascheramento delle vergogne di questo Paese. Detto questo, però, è necessaria una strategia di altro orizzonte e respiro, perché non si torna indietro dall’Europa, perché noi rischiamo di tornare così ai nazionalismi”, così l’attore e drammaturgo Moni Ovadia ha esposto – ai microfoni della tv del ‘Fatto Quotidiano’ – i motivi che lo hanno spinto a candidarsi con la lista ‘L’Altra Europa con Tsipras’.

“Quei nazionalismi”, ha spiegato Moni Ovadia durante il suo intervento in piazza a Milano, dove si trova per presentare la propria candidatura, “si stanno rigenerando, si stanno riciclando contro l’euro”. Poi ha sottolineato: “Ho molti amici nel Pd, per cui soffro per loro e soffro perché non hanno ancora deciso chi sono. Ci vuole coraggio. Quello di Renzi non è coraggio, ha solo molta confidenza in se stesso”. Sulla prospettiva futura della lista, Ovadia ha aggiunto: “Stiamo in Europa per un po’, se lì opereremo bene, troveremo anche il modo di aprirci in Italia”.

Ha ricordato infine l’attore di origine ebraica: “Gli amici di Syriza sono riusciti a diventare primo partito proprio nella Grecia in crisi, con l’idea di un’altra Europa. Se in un Paese così punito dalle nuove strutture sovrannazionali, questo vuol dire che le persone vogliono un altro modello di Europa”. L’appeal della lista in Italia ha avuto subito un trend positivo: i sondaggi sottolineano infatti come “L’Altra Europa con Tsipras” sia quotata tra il 6 e il 7% del consenso complessivo; l’osservatorio PollWatch sulle Europee sottolinea la possibilità che possa eleggere fino a cinque deputati.

Redazione online