Marò, l’India sospende tutti i procedimenti a loro carico

Marò
(STRDEL/AFP/Getty Images)

Era la naturale conseguenza dopo la sentenza del Tribunale del mare di Amburgo, però fa comunque un certo effetto sapere che la Corte Suprema indiana ha finalmente smesso di perseguitare i nostri due fucilieri di marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. In realtà la corte ha comunque fissato una nuova udienza prevista per il 13 gennaio 2016, data nella quale scade il permesso concesso a Latorre per la sua permanenza in Italia. La speranza è che questo appuntamento sia soltanto un proforma, una data in cui si dovrebbe fare il punto della situazione con la speranza, ovviamente per quanto ci riguarda, che per allora la vicenda sia già conclusa o comunque indirizzata a nostro favore.

E’ dunque stata accolta la decisione di Amburgo che con 15 voti a favore e 6 contrari, aveva ordinato a India e Italia di sospendere tutti i procedimenti in corso nei confronti dei marò e di attendere l’esito dell’arbitrato internazionale sulla vicenda prima di prendere qualsiasi altra iniziativa giudiziaria. In una nota  dell’Agente del Governo italiano, Francesco Azzarello, si legge: “L’Italia ha preso atto della decisione assunta oggi dalla Corte Suprema dell’India di sospendere i procedimenti giudiziari relativi ai Fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Tale decisione è coerente con l’ordinanza del 24 agosto scorso del Tribunale Internazionale del Diritto del Mare di Amburgo, che in tale senso si era espresso accogliendo la richiesta dell’Italia”.

F.B.

Leggi anche:

“Non ci ridanno i marò? Sospendiamola dal lavoro”

Marò, Gentiloni è contento. Gasparri: “Governo incapace”

Matteo Salvini: “Con Silvio i due marò sarebbero a casa”