UOMO ACCOLTELLATO A VENEZIA / Alcol e pesanti apprezzamenti sulle donne sono il movente del tentato omicidio

UOMO ACCOLTELLATO A VENEZIA – L’alcol e pesanti apprezzamenti sulle donne sono il movente del tentato omicidio aggravato dai futili motivi che Luciano Vianello, 53 anni residente nel sestiere di Castello a Venezia , avrebbe perpetrato ai danni di un coetaneo della zona il 13 agosto scorso. Secondo quanto ricostruito dalla squadra mobile di Venezia la vittima partecipava, con una decina di persone, ad una festa di compleanno al bar ‘Cin cin’ nei pressi dell’Arsenale quando al tavolo si sarebbe aggiunto, senza essere invitato, Vianello. Questi dopo essere stato accettato dalla compagnia avrebbe cominciato a bere e a fare apprezzamenti sulle donne presenti, un motivo che avrebbe provocato un primo alterco. Alla fine della festa, mentre tutti si allontanano, Vianello si e’ strappato la camicia di dosso e, in una scena definita dagli investigatori alla ”Rambo”, si e’ scagliato contro la vittima con un coltello da cucina dalla lama di 20 centimetri sferrando tre colpi alla vittima che e’ stramazzata al suolo. Vianello si e’ quindi allontanato facendo perdere le proprie tracce mentre scattava l’allarme. La polizia e’ quindi risalita a lui grazie alle descrizioni fatte dai presenti che lo avevano conosciuto con il solo nomignolo di ”Ciano” e soprattutto dalle conferme date dalla vittima quando questa si e’ ripresa, dopo alcuni giorni, in ospedale dove era giunta in fin di vita.

Ansa