Morte di Steve Jobs: l’Italia porge l’ultimo saluto negli Apple Store di Roma e Bologna

MORTE DI STEVE JOBS – Non appena è stata annunciata la notizia della morte di Steve Jobs una fiumana di gente si è riversata dinanzi all’Apple Store di New York, aperto 24 ore su 24 seppur in fase di ristrutturazione. I fans del guru di Apple lasciando dediche, candele, fiori, scattano fotografie, al pari di una veglia dedicata ad una star della musica, l’unico settore capace di attrarre milioni di giovani. Ma Steve Jobs è un caso a parte, l’eccezione che conferma la regola, il ‘visionario’ capace di rivoluzionare il mondo dell’hi-tech. Eppure la sua morte era stata annunciata da mesi, ma lo shock è stato traumatico per l’azienda di Cupertino e per un’intera generazione cambiata dalle sue idee e invenzioni.

Ma anche in Italia migliaia di persone hanno voluto porgere l’ultimo saluto al genio dell’informatica recandosi all’Apple Store di Roma, nel centro commerciale di Roma Est.  “Oggi è una giornata davvero triste – ha dichiarato uno dei commessi – è scomparso un uomo brillante, che ha cambiato non solo il nostro presente ma anche il futuro. Siamo davvero tristi, sarà sempre il nostro boss”. Fiori bianchi, messaggi toccanti e candele sono stati portati anche all’Apple Store di Bologna, il più grande d’Italia, inaugurato circa un mese fa. Un biglietto campeggia su tutti: “Sei stato differente, sei stato grande. Grazie Steve”.

L.C.