Maltempo: recuperato il corpo di Luigi Valla, la terza vittima di Saponara

Frana Saponara

MALTEMPO FRANA SAPONARA – Dopo tanti giorni di ricerche è stato trovato, la notte scorsa, il corpo di Luigi Valla, una delle tre vittime della frana di Saponara dello scorso martedì. Il cadavere dell’operaio era bloccato nell’edificio che sommerso dal fango, ha portato alla morte del figlio Giuseppe (28 anni) e di un ragazzo di 10 anni, Luca Vinci, entrambi già recuperati dai soccorritori lo scorso mercoledì.

Questi giorni il maltempo ha bloccato la vita di Saponara che ha visto la morte scendere dalle montagne e travolgere case, persone, auto, fino a trasofrmarsi in un paesaggio spettrale. Tre finora i morti accertati e i volontari continuano a spalare fango e a svuotare le abitazioni dalla melma e dai detriti, portando soccorso ai cittadini colpiti e cercando di ripristinare i servizi essenziali. In merito Franco Gabrielli, il Capo della Protezione civile, ha dichiarato: “È stato un evento eccezionale, in 12 ore sono caduti 260 millilitri di acqua. Sicuramente, ribadisco, è un evento eccezionale”.

Intanto stanno tornando alla ribalta la questione del dissesto idrogeologico in Italia e delle possibili misure preventive, come sottolinea il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. In un comunicato diffuso nel primo pomeriggio dal Quirinale si legge infatti che nel nostro Paese occorrono “adeguate e costanti politiche di prevenzione, a cui affiancare una puntuale azione di vigilanza e di controllo delle situazioni a rischio”.
“Il presidente della Repubblica sta seguendo, in stretto contatto con il Dipartimento della Protezione Civile, le operazioni di soccorso nei Comuni della provincia di Messina e ha chiesto al Prefetto Alecci di rappresentare i suoi sentimenti di partecipe solidarietà e la sua vicinanza alle famiglie delle vittime e alle comunità colpite”.

L.B.