Stragi di mafia 1993-94: arrestato il fornitore di tritolo, è un palermitano di 57 anni

 

FIRENZE – E’ scattato un nuovo arresto per le stragi di mafia del 1993-1994 a Firenze, Roma e Milano: su disposizione del gip del tribunale di Firenze, Anna Favi, è stato arrestato ieri a Santa Flavia, in provincia di Palermo, Cosimo D’Amato, 57 anni, ritenuto il fornitore di ingenti quantitativi di tritolo utilizzati tra l’altro  per gli attentati di via Fauro a Roma (14 maggio 1993), via dei Georgofili a Firenze (27 maggio 1993), San Giovanni in Laterano e San Giorgio al Velabro a Roma (28 luglio 1993), via Palestro a Milano (27 luglio 1993). L’uomo avrebbe fornito il tritolo anche per il fallito attentato allo Stadio Olimpico di Roma del 23 gennaio 1994. Per le stragi venne usato del tritolo recuperato in mare da residuati bellici.

Cosimo D’Amato era un pescatore e, secondo l’accusa, recuperava dai relitti bellici il tritolo poi usato nelle stragi. D’Amato è parente di Cosimo Lo Nigro, già condannato per le stragi, ma finora non era mai entrato nell’inchiesta.

 

Redazione