Vacanze estive: un privilegio per poco più della metà degli italiani

Vacanza (Joe Raedle/Getty Images)

Secondo i risultati di una ricerca condotta da Confesercenti-Swg sulle vacanze che ci concederanno gli italiani in questa ennesima estate di crisi economica, solo poco più della metà deciderà di spostarsi per un soggiorno fuori dalla propria città. Se lo scorso anno è stato in vacanza il 66% dei cittadini, quest’anno la percentuale si è ridotta di quasi dieci unità, arrivando a toccare la cifra del 58%.

Le scelte di risparmio degli italiani emergono da un’analisi dei dati non solo in riferimento al numero dei vacanzieri, ma anche in relazione al periodo scelto per il soggiorno e alle soluzioni di viaggio e di alloggio. In particolare, è calata la cifra della spesa media pro capite per la vacanza: oggi si spendono 961 euro a persona, mentre nel 2008 se ne spendevano 1056. Inoltre è sempre meno frequentata dai vacanziera la fascia clou dell’estate, quella di agosto. Per ragioni sicuramente economiche infatti, si scelgono sempre più soluzioni abbordabili come quelle di una vacanza a giugno o a luglio.

 

Redazione online