Scandalo Datagate, New York Times denuncia: “Raccolto anche il Dna di milioni di americani”

FBI (getty images)

Secondo quanto denunciato da Joseph Goldstein sull’edizione odierna del New York Times, centinaia di migliaia di americani sospettati di attività criminali o sovversive, così come vittime innocenti di reati, potrebbero essere schedati a vita presso i laboratori presenti negli uffici delle Fbi locali, attraverso l’analisi del loro Dna.

Sempre il quotidiano americano afferma che in molti sono consapevoli dell’eventualità di esser stati schedati, ma tantissimi sono coloro che sono ignari di quanto avviene alle loro spalle. La tendenza, sostiene ancora il NYT, è destinata a crescere dopo la recente decisione della Corte Suprema di sostenere lo statuto del Maryland che permette alle autorità di raccogliere campioni di Dna delle persone arrestate per reati di una certa entità.

Redazione online