Egitto. Mansour: “E’ guerra contro il terrorismo”

Adly Mansour (KHALED DESOUKI/AFP/Getty Images)

Si è conclusa la conferenza stampa del presidente egiziano in carica, Adly Mansour. Il politico ha colto l’occasione dell’incontro con i giornalisti per giustificare l’azione, da più parti descritta come violenta, della polizia egiziana. “Tutta la violenza che stiamo Vedendo non può essere descritta come una disputa politica. Siamo di fronte alla forza estremista del terrorismo”, ha detto Mansour.

Definendo il gruppo dei Fratelli Musulmani come radicali e islamisti, il presidente ha continuato dicendo: “Non lasceremo più che il terrorismo e l’estremismo in futuro possano attaccare il paese”.

Riguardo agli scontri svoltisi nei pressi della moschea al-Fatah che la stampa locale e internazionale ha raccontato, Mansour ha detto che non si sarebbe trattato di violenze perpetrate dalle milizie ufficiali nei confronti dei sostenitori di Morsi, ma di tafferugli tra Fratelli Musulmani e residenti locali.

 

Redazione online