Follia in Usa: neonazista uccide 3 anziani ebrei al grido di ‘Heil Hitler’

Fucili e pistole sopra la bandiera degli Stati Uniti (KAREN BLEIER/AFP/Getty Images)
Fucili e pistole sopra la bandiera degli Stati Uniti (KAREN BLEIER/AFP/Getty Images)

Ennesima strage della follia negli Stati Uniti, questa volta anche con una matrice antisemita. Ieri, in Kansas, un uomo ha ucciso tre persone in due diverse sparatorie in case per anziani ebraiche al grido di “Heil Hitler“. L’assalitore è un neonazista di circa settantanni, che poco dopo i due agguati è stato arrestato dalla polizia.

Il primo assalto è avvenuto al Jewish Community Center di Overland Park, quindi al Village Shalom, a poco meno di due chilometri di distanza. Sono stati uccisi tre anziani ebrei.

Stando ai racconti dei testimoni, pare che l’uomo prima di sparare contro le persone che si trova davanti avesse chiesto loro se fossero ebrei, quindi apriva il fuoco al grido di “Heil Hitler”. La versione non è stata ancora confermata dalla polizia, ma il capo della polizia John Douglassha dichiarato che “un atto di simile violenza in due centri ebraici, porta a porsi la questione” dell’antisemitismo.


Redazione