Tifo violento, Alfano: “Penso a Daspo a vita”

Angelino Alfano (Getty Images)
Angelino Alfano (Getty Images)

Clamoroso annuncio del ministro dell’Interno, Angelino Alfano, opite de ‘L’Arena’ di Giletti, su Rai Uno: “Sto pensando al Daspo a vita, a divieti di accesso a vita allo stadio per chi viola determinati comportamenti. Ci sto veramente pensando, lo sottoporrò al presidente del Consiglio. Gli stadi devono tornare ad essere dei luoghi accoglienti per le famiglie”.

“Il Daspo è una bonifica preventiva”, ha aggiunto Alfano, spiegando: “Quelli che vanno in giro per Roma e per le altre città con le spranghe in mano e con le catene, sono delle belve che vanno immediatamente arrestati”. Poi ha espresso solidarietà alla vedova Raciti e ha raccontato: “Ho provato tanto dolore e oggi ho sentito la signora Raciti. Noi siamo dalla parte della divisa di suo marito, ci sentiamo tutti Raciti”.

Anche Alfano ha poi negato la trattativa coi tifosi: “Noi come forze di polizia e come governo non abbiamo fatto alcuna trattativa con i tifosi, un’ipotesi del genere non sta né in cielo né in terra”. Poi sul caso Aldrovandi: “Sappiamo che la polizia è un corpo sano ed io stesso mi sento il capo del sindacato di tutti i poliziotti come atteggiamento psicologico ma noi non daremo copertura a chi sbaglia. Quelli che hanno fatto l’applauso hanno fatto un gran danno a tutta la polizia, quelli che sono stati condannati in via definitiva per omicidio colposo non sono stati stati più rimandati a compiti operativi”.

Redazione online