Giappone: tornano terremoto e tsunami a Fukushima

terremoto sisma
Sismografo (getty images)

Un terremoto di magnitudo 6.5 si è verificato al largo del Nordest del Giappone, a circa 129 km dalla città di Namie, nella prefettura di Fukushima. Il sisma si è verificato alle 04:22 di questa mattina, quando in Italia erano le 21.22 di ieri sera. La forte scossa di terremoto è stata seguita da un piccolo tsunami di circa 20 centimetri, che quasi un’ora dopo ha toccato la città di Ishinomaki, una delle più devastate dallo tsunami dell’11 marzo 2011 che danneggiò gravemente anche la centrale nucleare di Fukushima Daiichi, provocando il più grande disastro nucleare civile dopo Chernobyl. Altre onde, di pochi centimetri, hanno poi raggiunto altre località delle prefetture di Miyagi, Iwate e Fukushima. Tutte zone che furono gravemente colpite dal terremoto e soprattutto dallo tsunami del 2011. Per precauzione la costa della prefettura di Iwate è stata fatta evacuare.

L’epicentro del sisma è stato registrato dallo Us Geological Survey statunitense a 284 km da Tokyo. La profondità del terremoto è stata di 11,1 chilometri. I media giapponesi hanno segnalato il ferimento di tre anziani, caduti durante la scossa. L’allerta tsunami è stata revocata poco meno di due ore dopo il terremoto. La Tepco ha fatto sapere che alle centrali nucleari di Fukushima non si sono verificati problemi.

Redazione