Marò: il governo indiano favorevole al rimpatrio di Latorre

Massimiliano Latorre (VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)
Massimiliano Latorre (VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)

Il governo indiano non farà opposizione ad un’eventuale decisione della Corte Suprema favorevole al rientro in Italia per Massimiliano Latorre, il marò trattenuto in India dal febbraio 2012 che la scorsa settimana è stato colpito da un attacco ischemico. Lo ha assicurato degli Esteri indiano Sushma Swaraj. Gli avvocati del fuciliere di Marina avevano presentato istanza per il rientro del militare in Italia per consentirgli un più rapido e migliore recupero delle condizioni di salute. Ieri, la Corte di Nuova Delhi ha rinviato l’udienza al 12 settembre prossimo, in attesa del parere del governo sulla questione. Nel frattempo Latorre è stato esentato per due settimane dall’obbligo di firma presso il commissariato di polizia della capitale indiana.

I legali hanno chiesto per Latorre un rientro terapeutico della durata di tre o quattro mesi.

Redazione