Assalto al blindato, poi la fuga (VIDEO)

L'assalto al furgone (Youtube)
L’assalto al furgone (Youtube)

Uno scenario davvero sconcertante quello che si sono ritrovati davanti l’altro pomeriggio decine di automobilisti in transito sulla A14, nei pressi di Loreto, per una rapina a colpi di kalashnikov messa a segno da un commando di diversi malviventi, si pensa addirittura otto, nei confronti di un un portavalori della “Fitist Security”. Il colpo avrebbe fruttato circa 5 milioni di euro e nella sparatoria sarebbe rimasto ferito un addetto alla sicurezza.

La banda ha lanciato chiodi a tre punte in diversi tratti del tragitto autostradale, per causare incidenti e creare uno sbarramento in modo da ostacolare l’arrivo della polizia, poi con un frullino hanno tagliato il portavalori. Sul posto è giunta la polizia autostradale di Porto San Giorgio, mentre i carabinieri hanno cinturato l’autostrada e stanno facendo controlli. Disagi si sono registrati su tutto il tratto coinvolto.

In un video amatoriale, girato da un’autovettura in sosta, si vedono fiamme che si levano alte e da in mezzo a queste appare un uomo, che dopo essersi allontanato, salta agilmente il guard-rail e si allontana per le campagne. Diversi testimoni hanno spiegato di aver visto tre uomini allontanarsi dal luogo dell’assalto proprio correndo a piedi per le campagne. E’ probabile quindi che dopo l’assalto abbiano raggiunto alcuni complici che li aspettavano su strade secondarie.

Il vigilante ferito, a cui sono stati diagnosticati sei giorni di prognosi, ha raccontato ai portali di informazione locale di essere stato minacciato di morte e che nell’assalto sono stati sparati decine di colpi, “almeno duecento” secondo quanto riferito dall’uomo, sotto choc per l’accaduto. Il vigilante ha smentito la versione di alcuni automobilisti che hanno parlato di uomini di colore tra gli assalitori: “Quello che mi minacciava dalla parlata era italianissimo”.

GM

GUARDA VIDEO