Il dramma di Lino Banfi: rivelazione choc

(Web)
(Web)

Clamorosa rivelazione di Lino Banfi, l’amatissimo comico pugliese famoso anche per il suo ruolo televisivo di Nonno Libero. L’attore ha confessato al settimanale Oggi alcuni lati privati e oscuri della sua vita: “Siamo tutti uguali davanti a Dio. Ho timore solo di una cosa: quando quei quattro mi prenderanno con la cassa, mi auguro che non dicano ‘Mortacci sua, come pesa questo!’. Quindi sto tentando di dimagrire drasticamente in vista della grande occasione”. Banfi confessa addirittura di aver pensato al suicidio: “Ho il complesso di essere grassissimo: nel mio cervello credo di essere 6 o 700 chili, altro che 100 quale sono. Gia trent’anni fa l’idea di arrivare a 100 chili mi spaventava talmente tanto che mi sarei voluto suicidare. Poi non l’ho mai fatto, ma non mi sono mai piaciuto, lo devo ammettere. Infatti non rivedo mai le cose che giro. Ho avuto bisogno di tempo per trasformare i miei complessi in buffe caratteristiche. Ho avuto bisogno di tempo per imparare a volermi bene”.

La forza per vivere Banfi l’ha trovata anche nella fede. Ed emozionato racconta del suo rapporto con il papa emerito Benedetto XVI: “Ci siamo incontrati per la prima volta a Valencia, in Spagna, in occasione del V° Incontro Mondiale delle Famiglie. Ero stato invitato insieme ad altri artisti, italiani e non. Il cerimoniale mi chiese di parlare alla folla e in un batter d’occhio mi ritrovai in piedi accanto a Papa Benedetto”. Prosegue l’attore pugliese: “Ero emozionatissimo e decisi di fare un saluto alla piazza parlando uno spagnolo maccheronico. Ogni tanto mi giravo e incontravo gli occhi del Santo Padre, visibilmente divertito dal mio intervento. Subito dopo vengo a sapere del suo apprezzamento: conosceva Nonno Libero!”.

F.B.