Malore per 15 Carabinieri, il motivo è assurdo

sorriso-638x425

Il ristorante dell’Hotel 77 di Tolentino, comune italiano di circa 20 mila abitanti della provincia di Macerata nelle Marche, è stato chiuso dai carabinieri del Nas (Nucleo antisofisticazioni e sanità) di Ancona, dopo un accertamento in seguito all’intossicazione di 15 tra poliziotti e carabineri. Sono stati sequestrati circa 200 chili di derrate, tra carne e pesce. Gli agenti che hanno avuto forti dolori allo stomaco, nausee e vomiti, erano tutti provenienti da reparti fuori regione, ed erano giunti a Tolentino per prestare servizio nei territori fortemente colpiti dal terremoto. Tramite una convenzione stipulata attraverso la prefettura, avevano vitto e alloggio nella struttura di viale Bruno Buozzi, ma qualcosa è andato storto lo scorso lunedì, quando dissenteria e rigetti hanno colpito in 15. Alcuni di loro, addirittura, si sono dovuti far curare dal vicino pronto soccorso, talmente forti erano i dolori. Inevitabili i controlli scattati nella cucina del ristornate dell’albergo e da qui la scoperta incredibile: prodotti alimentari carenti sotto il profilo delle indicazioni relative alla tracciabilità e diversi alimenti scaduti, addirittura alcuni da un paio di mesi, e altri da più tempo. Inoltre, anche la scoperta di una cella frigorifera abusiva, utilizzata per la conservazione degli alimenti poi somministrati nel ristorante ma che non sarebbe mai stata denunciata all’autorità sanitaria. Subito è stata disposta la chiusura della cucina del ristorante e il sequestro dei circa 200 chili di derrate alimentari. Da chiarire, infine se ci sia un nesso causale tra il cattivo stato igienico e i malori accusati dalle forze dell’ordine, ma è davvero molto probabile che un collegamento ci sia.

M.O.