Ha fatto una cosa orribile, poi arriva la vendetta

 Marcelo Fabian Pecollo (Websource/archivio)
Marcelo Fabian Pecollo (Websource/archivio)

Marcelo Fabian Pecollo, insegnante di musica e trombettista della città argentina di Moron si è macchiato di un crimine orribile. Ha, infatti, molestato sessualmente ben 5 ragazzini. L’uomo, 42 anni, nel 2010 era stato condannato a 30 anni di carcere, ma nel 2014, grazie ad uno sconto della pena ne era uscito. Il suo passato naturalmente non era mai affondato nel mare dei ricordi e alcune famiglie imbufalite hanno fatto irruzione nella cattedrale, dove in quel momento si trovava a suonare, per pestarlo a sangue con la sua stessa tromba. La folle rincorsa è partita all’urlo: “Quello è un pedofilo, uccidiamolo”. L’uomo è morto poco dopo in ospedale. il sacerdote Jorge Oesterheld ha così raccontato: “Quando sono arrivato, queste persone stavano lasciando la chiesa, lui era ridotto molto male quando sono arrivati la polizia e l’ambulanza. Era in coma ed è morto Venerdì. Questo è un omicidio”. L’arresto di Pecollo era arrivato nel 2007 a seguito di alcune pesanti accuse di una donna, che aveva lamentato abusi a danno di un bambino di 4 anni. Dei 7 casi di imputazione, di ben 5 alla fine fu riconosciuto colpevole.

Antonio Russo