Incidente atroce: quattro feriti, uno è gravissimo

(Websource/archivio)

Tremendo incidente nel pomeriggio di ieri lungo la strada provinciale 1, all’altezza della frazione di Levego, in provincia di Belluno. In base alle prime ricostruzioni percorrendo un tratto rettilineo il conducente di un’Audi ha perso il controllo del mezzo, ha invaso la corsia opposta mettendosi di traverso, il tutto a velocità piuttosto sostenuta. Così facendo l’auto ha urtato una  Opel Corsa e pochi istanti dopo una Chrysler che giungeva proprio in quegli istanti non ha potuto far nulla per evitare l’impatto con i due mezzi che si trovavano in centro strada.

Le auto sono andate quasi completamente distrutte e la situazione dei feriti è apparsa da subito molto grave. Renato Candeago, 54enne bellunese di Giamosa, colui che era alla guida dell’Audi station wagon grigia, è il ferito che ha avuto le conseguenze peggiori. L’uomo, sindacalista della Uil con un lungo passato da calciatore dilettante, è stato trasferito in codice rosso con l’elisoccorso  al Ca’ Foncello di Treviso ed è ora ricoverato in condizioni gravissime nel reparto di Rianimazione. A quanto si apprende sta lottando tra la vita e la morte. In auto con lui al suo fianco c’era la fidanzata Sara Tellarini, 46 anni, gestrice dell’Enoteca al Piacere di via Mezzaterra. Anche lei è stata portata in gravi condizioni a Treviso, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Renato Pavei, 61enne di Levego, era il conducente della Opel Corsa. I vigili del fuoco hanno lavorato a lungo per estrarlo dalle lamiere accartocciate della sua auto. Anche lui è stato portato con l’elicottero a Treviso ed è ricoverato in prognosi riservata. Lamentava forti dolori al ventre e le sue condizioni destano parecchia preoccupazione. Massimiliano Vallongo, colui che guidava la Chrysler, 50 anni, è il ferito più lieve ed è stato portato al pronto soccorso più che altro per precauzione. I Carabinieri giunti sul posto immediatamente si stanno occupando dei rilievi e della ricostruzione dell’accaduto.

F.B.