Bambino di 5 anni ucciso al parco dal patrigno

Websource/Indipendent

Un padre acquisito è sotto processo per aver preso a pugni ed ucciso il figlio, di soli 5 anni, della compagna. La violenta reazione dell’uomo sarebbe scattata quando il bambino gli ha confessato di aver perso una scarpa da ginnastica mentre giocava al parco. Il tentativo di salvare la vita al piccolo portandolo in ospedale è stato vano, i medici hanno persino provato un operazione d’emergenza per rimuovere il liquido formatosi all’interno del cervello, ma due giorni dopo il ricovero è morto.

Iheanacho aveva deciso di portare con se il piccolo Alex in un breve viaggio a Cartford (Inghilterra) per portare dei dvd e fare visita ad un amico. L’intento del viaggio era quello di stringere il rapporto con il bambino e tutto stava andando per il meglio finché i due si sono fermati al parco per giocare. Quando, infatti, Alex ha detto all’uomo di aver perso la scarpa, questo è andato su tutte le furie ed ha cominciato a colpirlo fino a fargli perdere conoscenza.

Resosi conto di quanto accaduto, ha portato il bambino in braccio fino a casa. La madre, vedendolo in quello stato, gli ha chiesto cosa fosse successo e lui le ha detto che era caduto mentre si arrampicava ed aveva sbattuto la testa. La donna ha cominciato a piangere ed urlare, quindi si è subito diretta verso il telefono per fare una chiamata ai soccorsi scatenando la reazione violenta dell’uomo che ha cercato in tutti i modi di impedirglielo.

Divincolatasi dalla morsa dell’uomo la madre del piccolo è riuscita a chiamare i soccorsi ed Alex è stato portato al Kings College Hospital. I medici hanno quindi deciso di effettuare un’operazione chirurgica d’urgenza per rimuovere la pressione dal suo cervello ma, nonostante l’operazione sia stata portata a termine con successo, il piccolo è morto due giorni dopo in terapia intensiva.

Websource/ Our Hither Green

F.S.