Ippovie – La nuova attrazione turistica amata dai turisti della Sicilia

Scegliere di vivere una vacanza in Sicilia non significa obbligatoriamente dedicare le proprie giornate a calette, spiagge incontaminate e acque cristalline. L’isola in questione regala infatti attrazioni turistiche di vario tipo, perfette anche per i turisti più sportivi e amanti dell’attività fisica, come ad esempio le ippovie.

Cosa sono le ippovie e come percorrerle

Le ippovie sono itinerari da percorrere a dorso di un cavallo, con i tempi e i ritmi dettati dall’amico a quattro zampe. Per raggiungere i percorsi più belli è necessario prima di tutto attraccare sull’Isola, avvalendosi di uno dei traghetti Sicilia, operativi durante tutto l’anno in diverse fasce orarie. Molti di essi permettono di trasportare a bordo anche macchine e moto, così da essere completamente autonomi una volta arrivati a destinazione. Per quanto riguarda le ippovie è importante sottolineare che sono presenti numerose alternative di itinerario, come ad esempio:

  • L’Itinerario dell’aria presso il Parco delle Madonie, interamente in terra battuta lungo il quale si fa visita a diverse borgate antiche, abbeveratoi e zone di montagna boscate. Durante il percorso non può mancare una visita al Santuario Madonna dell’Alto, posto a mt 1600 e dal quale è possibile godersi la visuale dell’intera vallata sottostante.
  • Itinerario della foresta, tra quota mt 1100 e mt 1400 sul livello del mare, in un territorio ricco di pascoli abitati da bovini e capre autoctone. La zona attraversata infatti è nota per la produzione diformaggi freschi, stagionati e a pasta molla. Nei dintorni è possibile scattare qualche foto mozzafiato ad aree boschive di faggi, querce e roverelle oppure ai laghi naturali di Tre Arie e di Cartolari.
  • Itinerario dei sicani, che tocca il punto dove nasce il fiume Sosio e che giunge fino al mare Mediterraneo (tra Ribera e Sciacca). L’itinerario è impreziosito dalla presenza di un bosco ricco di querce, lecci e roverelle. Non manca la presenza di carbonaie e mulattiere fino ad una quota di mt 1200 s.l.m. Nei pressi del fiume Sosio, nei mesi estivi, è possibile rinfrescarsi con un bagno nelle acque cristalline.

Perché scegliere di percorrere una ippovia in vacanza

Le ippovie permettono di rompere la routine di tutti i giorni e disintossicarsi dai ritmi frenetici della quotidianità per godere delle bellezze che madre natura metta a disposizione di tutti. Camminare in sella ad un cavallo, permette inoltre di entrare in pieno contatto con la natura, in luoghi incontaminati e poco antropizzati della regione. Tra valli e colline, torrenti e boschi, il turista ha modo di rigenerare corpo e mente, unendo magari anche qualche leccornia locale, attingendo specialità culinarie tra un borgo e l’altro. Gli itinerari proposti, solitamente, sono selezionati in considerazione della loro fruibilità turistica. Nella maggior parte dei casi infatti accolgono punti di ristoro e zone in cui potersi riparare all’ombra. I cavalli inoltre sono abituati al turismo equestre e sono tenuti sotto controllo per essere mantenuti in ottima salute. Ciò oltre a garantire il benessere dell’animale, consente agli utenti di sentirsi sicuri durante le traversate.